E’ una delle esperienze più belle e utili per l’essere umano, che ti porta vicino al tuo cuore e al vero ‘maestro interiore’: la consapevolezza. Impari tecniche essenziali ma portentose e un approccio di base che ti aiuta a ritrovare centratura, stabilità, quiete e profondità di visione nella tua vita personale.

La meditazione è uno dei fondamenti alla base dell’Healing Coach.

 

Per meditazione intendo tecniche di interiorizzazione o atteggiamenti di presenza volti a far emergere la Consapevolezza personale.

La Consapevolezza è una coscienza originaria che ci fa riconoscere ciò che siamo e ciò che è in un determinato momento, rendendocelo chiaro al di là dei pensieri e delle emozioni che proviamo.

Senza di essa i risultati nel benessere interiore o psicofisico sarebbero sempre sfuggenti e mutevoli più di quanto lo siano già di per sé: è la consapevolezza a fissare in noi la verità e la saggezza, mentre i pensieri e le emozioni mutano continuamente.

Del resto tutto ciò che ci accade nella Vita non è nient’altro che un pretesto per farci diventare consapevoli, di noi stessi e del Tutto.

La pienezza, il benessere e l’ “eufeeling” (il sentimento di connessione, soddisfazione e persino estasi che proviamo quando entriamo nella Consapevolezza) si raggiungono non tanto cercando di essere sempre allegri e gioiosi, ma consapevoli di se stessi e del momento presente.

E’ la Consapevolezza che ci porta tutto quello di cui abbiamo bisogno: le comprensioni, le soluzioni, gli atteggiamenti, lo stato d’animo e le frequenze interiori giuste.

Quindi ci sono molti tipi di meditazione che si usano di volta in volta secondo le necessità.

La meditazione può vertere su una riflessione profonda (ad esempio nella riprogrammazione quantica), oppure sulla visualizzazione (immaginazione) guidata, sulla presenza del corpo nel qui ed ora o sulla sensibilizzazione verso frequenze di energia specifiche (nelle esperienze spirituali-evolutive).

Esse servono a diventare consapevoli del proprio corpo, dei propri pensieri, delle proprie emozioni, di molte energie che fanno parte dell’universo e della vita, e infine della Consapevolezza stessa.

Quando si entra nell’essere consapevoli della Consapevolezza si è in uno stato di Vuoto/Pieno assoluti che ci regala gioia e benessere infiniti!

Ma per giungerci servono tecniche ed esercizi che siano in sintonia con ciò che siamo oggi, e che ci aiutino rispetto alle esigenze e le difficoltà, o anche i desideri di conoscenza, che abbiamo in questo tempo, in questo luogo.

Per questo nelle meditazioni utilizzo spesso anche il contatto, un delicato e rispettoso contatto, perché l’incontro con l’altro ci aiuta in modo incredibile a restare nel momento presente, a sentire ciò che normalmente sarebbe sfuggente, amplificando le nostre energie e le nostre potenzialità.

Il sentire diventa un timone che guida tutte le nostre parti -corpo, mente, emozioni, spirito- verso l’emersione della Consapevolezza.

Il dono di imparare a meditare è il dono più grande che puoi dare a te stesso in questa vita.
Sogyal Rinpoche